sabato 25 gennaio 2014

Zeppole di San Giuseppe cotte al forno


Nella sua versione attuale, la zeppola di San Giuseppe nasce come dolce conventuale: secondo alcuni nel convento di S.Gregorio Armeno, secondo altri in quello di Santa Patrizia. Ma c’è anche chi ne attribuisce “l’invenzione” alle monache della Croce di Lucca, o a quelle dello Splendore. La prima zeppola di San Giuseppe  che sia stata messa su carta risale comunque al 1837, ad opera del celebre gastronomo napoletano Ippolito Cavalcanti, Duca di Buonvicino.

Il 19 marzo si è sempre festeggiato inoltre la fine dell’inverno (la primavera è ormai nell’aria): durante i cosiddetti “riti di purificazione agraria” vengono accesi in molti paesi del meridione dei grandi falò, e preparate grosse quantità di frittelle. Un tempo a  S.Giuseppe, patrono dei falegnami,si festeggiava la loro festa e venivano messi in vendita tutti i tipi di giocattoli di legno. Tutti i bambini  ne riceveva in dono  dai genitori qualcuno. Oggi invece, dal 1968, da quando cioè il giorno di S.Giuseppe è stato decretato festa del Papà, il 19 marzo sono i figli a fare regali ai padri.

Bene dopo questa piccola ma doverosa introduzione alle origini delle zeppole di San Giuseppe veniamo a quella che è la ricetta ...





 Ingredienti per la pasta choux Luca Montersino
  • 550 g di uova intere
  • 360 g di acqua
  • 335 g di burro
  • 350 g di farina 00
  • 50 g di latte intero fresco
  • 1 pizzico di sale
 Ingredienti per la crema pasticcera (per il procedimento clicca qui)
  • 800 ml di latte intero
  • 200 ml di panna
  • 200 g di tuorli
  • 300 g di zucchero semolato
  • 40 g di amido di mais
  • 35 g di amido di riso
  • Buccia di limone grattugiata
Preparazione pasta choux

Mettere sul fuoco una pentola con l’acqua, il burro a pezzettini e il sale. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore e il burro si sarà sciolto abbassate la fiamma e aggiungete di colpo solo la farina. Mescolate velocemente con un cucchiaio di legno, fino a ottenere un impasto colloso che si staccherà dalle pareti della pentola e inizi a fare una patina bianca sotto. Trasferite l’impasto in una ciotola per farlo intiepidire. Quando sarà tiepido riponetelo nella pentola e aggiungete le uova uno alla volta, aggiungete il successivo solo quando il precedente si sarà assorbito. Lavorate bene l’impasto e quando sarà tutto amalgamato trasferito il composto in una sac a poche con bocchetta stellata trasferitelo su una leccarda foderata da carta forno e formate due cerchi  accavallando la pasta choux. Le zeppole devono essere ben distanziate in modo che durante la cottura non si attaccano. Preriscaldate il forno a 190° e cuocete le zeppole per circa 35 minuti. Una volta cotte e raffreddate tagliatele a metà e riempitele con la crema pasticcera, richiudetele e fate un ciuffetto al centro sulla quale porrete un amarena sciroppata. A piacere cospargete con zucchero a velo.

2 commenti:

  1. ciao giuditta grazie per essere passata da me, io ti seguivo gia ero tra i tuoi followers e devo farti i complimenti mi piace molto. ti aspetto anche su fb, ti verro' a cercare. un baciotto

    RispondiElimina
  2. Grazie Maria, un bacio anche a te.

    Giuditta

    RispondiElimina

Lascia qui un tuo commento sarò felicissima di risponderti. A presto